L’ABBRACCIO

– Commemoro me stesso
il mio respiro,
comprendo le ragioni del mio addio.
Fumo, con occhi spenti,
la sera trascina i ricordi giù per l’ingresso.
Addio mia dolce dama,
col cuore spento nella lampada ad olio.
Addio mia bianca sfera,
col futuro scritto con errori di ortografia.
Addio, se mi è permesso
se l’inizio fù un codardo respiro
e la fine una fuga in fretta e furia.
Addio, se possibile dirti addio, se un addio è come te?-
L’ABBRACCIOultima modifica: 2009-04-22T16:53:35+02:00da lorenzo.08
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “L’ABBRACCIO

Lascia un commento